Formazione

Corsi per barman: meglio online o in aula?


Il 2020 ha dato una spinta decisiva alla formazione a distanza. Ora che la scelta è così ampia, scegliere se frequentarne uno in aula oppure uno online non è così semplice. Analizziamo i punti di forza e vediamo quale fa al caso tuo!




20 Gennaio 2021

I corsi online sono aumentati in maniera considerevole, in particolare durante il 2020 per i motivi che purtroppo ben conosciamo.
Anche il settore dei corsi per barman negli ultimi tempi ha visto ampliare la proposta formativa rivolta a neofiti ed esperti, a volte generando confusioni su quale sia la modalità migliore su cui puntare per la propria crescita professionale.

I corsi in aula e quelli online hanno caratteristiche e punti di forza differenti.

 

Punti di forza dei corsi online:

Orari flessibili

La gestione del tempo è cruciale per la fruizione di un corso di formazione.
Un professionista può avere difficoltà a conciliare gli impegni lavorativi con quelli legati alla formazione, soprattutto se parliamo di corsi dove le lezioni impegnano l’intera giornata per più giorni.
Non sempre si possono prendere giornate di ferie e far coesistere il turno di lavoro con la lezione porta con sé non poche problematiche:
– conciliare lezioni e lavoro senza sovrapposizioni;
– la routine giornata di studio / serata di lavoro porta a non essere produttivi al 100% in entrambi gli ambiti.

Un corso di formazione online permette di superare questa problematica agilmente.
Il corso è disponibile e può essere visto in qualsiasi momento senza vincoli, permettendo a chi vuole imparare di farlo nel momento che più gli è congeniale.
Non solo: attraverso la visione gestita dal discente c’è la possibilità di apprendere quando si vuole e per quanto tempo si vuole, ovvero il concetto di just in time, just enough.
In questo modo chi è abituato alle full immersion potrà fare binge watching di corso, mentre chi preferisce studiare a piccole dosi per metabolizzare meglio i concetti potrà scegliere quando fermarsi e quando riprendere con lo studio.


Rivedere i contenuti

Poter rivedere una lezione o l’intero corso è sicuramente un vantaggio considerevole rispetto all’aula.
A tutti è capitato di avere dei momenti di appannamento in classe, in cui nonostante l’entusiasmo e la voglia di imparare ci siamo trovati a essere nostro malgrado meno ricettivi e pronti a fare nostre le nozioni spiegate dal docente.
In aula passaggi a vuoto come questi difficilmente possono essere recuperati, e se ripetuti possono causare lacune che macchiano la pienezza dell’esperienza formativa.
Nei corsi online questi momenti possono essere tranquillamente recuperati tornando indietro nello svolgimento della lezione per rivedere quelle parti che non siamo riusciti a seguire con l’attenzione che meritavano.

Inoltre, anche il ripasso risulterà più efficace. Per quanto uno studente possa essere bravo e puntuale nel prendere appunti, un ripasso sul proprio quaderno non potrà mai essere paragonabile alla possibilità di rivedere il docente che spiega un concetto o che lo mette in pratica dietro al banco bar.


Addio trasferte

Raggiungere la sede dei corsi può essere un problema da più punti di vista.
Incombenze famigliari e lavorative a volte non permettono di allontanarsi troppo.
Le distanze giocano poi un ruolo fondamentale nell’organizzazione di una trasferta, che può diventare difficile da organizzare quando si tratta di incastrare gli orari di diversi mezzi di trasporto.

Senza contare gli oneri legati a una trasferta: se si tratta di un corso che si articola su più giornate oltre al viaggio bisogna mettere in conto una sistemazione per una o più notti e i pasti. Poter seguire il corso senza muoversi rende accessibile la formazione a chi non poteva sostenere uno spostamento, ma non solo.
Anche chi non può programmare la presenza a un corso con il dovuto anticipo – pensiamo a chi fa un lavoro in cui i turni vengono stabiliti settimanalmente – ora si trova nelle condizioni di poter seguire le lezioni dove e quando preferisce.

Punti di forza dei corsi in aula

Pratica e assaggi

I corsi in presenza danno la possibilità di vivere un’esperienza completamente immersiva, dove tutti i sensi sono coinvolti.

Nei nostri corsi base, Caffetteria e i due corsi sui cocktail American Bar e American Bar XL, viene dedicata una larga parte alla pratica. Nel corso di Caffetteria si passa la maggior parte del tempo alla macchina da caffè, sperimentando come la pressione della mano sia un fattore fondamentale per la riuscita di un ottimo caffè. Ma soprattutto si assaggiano i caffè e le altre specialità da bar prodotte durante il corso, per capire tutte le sfumature di sapore che derivano da una pratica corretta applicata a materie prime di qualità.

La stessa cosa avviene durante i corsi sui cocktail: solo assaggiando si può apprezzare il corretto bilanciamento e la giusta diluizione di un drink, e si impara quale debba essere lo standard qualitativo da mantenere non solo in aula ma soprattutto sul luogo di lavoro.

Anche nei corsi per i professionisti gli assaggi rappresentano una parte importante: i palati raffinati dei barman esperti possono apprezzare, a seconda dei corsi, abbinamenti di sapore fuori dagli schemi, ingredienti nuovi e particolari, preparazioni nate da studio e approfondimento rigoroso.

Anche l’olfatto, tra tutti il senso più antico e capace di evocare emozioni, gioca un ruolo fondamentale nel processo cognitivo.
Entrando nell’aula durante il corso di Caffetteria si viene investiti dall’aroma sprigionato dalle miscele di arabica e robusta.
In American Bar, invece, le sessioni di pratica sono pervase dal fresco profumo degli agrumi, utilizzati sia per la produzione dei drink che per le loro guarnizioni, e dei prodotti usati in miscelazione con i loro sentori variegati. Stimolare tutti i sensi durante le lezioni contribuisce a cementare le conoscenze e famigliarizzare con cose nuove e mai fatte.


Interazione con il formatore

Frequentare un corso in aula significa rapportarsi in maniera diretta con il docente.
Se le sue capacità oratorie e didattiche possono emergere anche in un corso online, è però in aula che tutto il potenziale comunicativo trova espressione.
La comunicazione non verbale, ad esempio, in aula viene accentuata: il ritmo, il tono di voce, la gestualità e la postura rispecchiano maggiormente la situazione del momento, il mood dell’aula e del docente, e contribuiscono a rendere unica la lezione.

Inoltre, in aula c’è la possibilità di poter rivolgere domande immediatamente al docente quando si ha bisogno di un chiarimento,. In un corso online questa facoltà generalmente è asincrona, ovvero non può avere luogo durante lo svolgimento della lezione ma in momenti prestabiliti oppure tramite messaggistica.
Anche nei corsi dove è prevista una parte pratica la presenza del docente è un valore aggiunto, dal momento che implica la possibilità non solo di avere un esempio dei corretti movimenti a pochi metri da noi, ma soprattutto la possibilità di venire corretti.
A un formatore esperto bastano pochi aggiustamenti, magari anche solo spostando un braccio di pochi centimetri o un tocco per aggiustare un’inclinazione, per trovare una postura e un’impostazione che sarà la base di un modo di lavorare corretto ed efficace per gli anni a venire.


Vivere un’esperienza

Se è vero che una trasferta comporta un investimento in tempo e denaro, è altrettanto vero che questo viene ripagato dalle possibili esperienze che ogni viaggio porta con sé.
Per primo la possibilità di conoscere in aula compagni di corso: altre persone con i tuoi stessi interessi con cui condividere non solo le ore in aula, ma anche un aperitivo o una cena.
Approfondire le conoscenze con persone nuove è sempre un arricchimento, senza contare che la presenza di altri allievi e del docente è una forte leva nell’aumentare la motivazione all’apprendimento.

Inoltre, ci si trova a visitare città nuove mai esplorate prima, e da questo punto di vista chi viene in Drink Factory ha la fortuna di sperimentare quello che una città come Bologna ha da offrire: storia, locali, cultura, tradizione enogastronomica. Vivere una realtà come quella bolognese è il coronamento ideale per un corso di formazione di alto livello.

Quindi, è meglio un corso per barman online o uno in aula? Come abbiamo visto entrambi hanno punti di forza ed è difficile dare una risposta oggettiva. La scala di importanza dei punti sopra elencati è strettamente soggettiva, pertanto ognuno potrà preferire una soluzione o l’altra per massimizzare l’esperienza formativa secondo le sue possibilità.

Che si tratti di corsi in aula oppure online, l’importante è affidarsi a corsi di alto livello proposti da strutture serie e apprezzate dai professionisti.



Giacomo Pagano

Laureato in Comunicazione, negli anni si occupa di content management di corsi in e-learning e di diversi siti, per poi diventare responsabile dei servizi online di un’associazione di categoria con 500 dipendenti. Nel 2019 decide di dare una svolta al suo percorso professionale e di vita e approda in Drink Factory. Tutto quello che succede fuori dalle aule passa dalla sua tastiera.